Veicoli commerciali: leasing o noleggio?

Quando si parla di veicoli commerciali si fa spesso riferimento a mezzi adatti per scopi lavorativi. Non è raro che tali mezzi di trasporto vengano scelti per comporre una flotta aziendale, per permettere alla propria azienda di operare nel migliore dei modi.

Tale obiettivo oggi può essere reso più agibile, grazie alle molte offerte di veicoli commerciali presenti sul mercato.

Nasce così un forte dilemma sul come costruire tale flotta aziendale, anche in riferimento al tipo di veicoli scelti: costruire una flotta di veicoli commerciali o di classiche auto è decisamente molto differente. Questo anche perché i veicoli commerciali spesso sono il cuore intorno al quale ruota l’attività della propria azienda, come nel caso di molte ditte edili, idrauliche e altro.

Scopriamo insieme quali sono le formule e le proposte ideate per questa esigenza.

 

Una scelta molto apprezzata: il leasing

 

Tra le scelte più amate troviamo il leasing. Il leasing ha alcune caratteristiche simili al noleggio, e altre simili alla rateizzazione, è dunque il caso di vedere con ordine il suo funzionamento e perché sia così vantaggiosa per una flotta di veicoli commerciali.

Il leasing prevede un accordo in termini di anni e di chilometraggio. Dopo il versamento di un anticipo iniziale si avrà diritto all’utilizzo dell’auto al costo di un canone mensile.

La particolarità in tal senso è nella proprietà del mezzo: la proprietà resta all’azienda che ci fornisce il mezzo, e non sarà nostra fino al momento dell’ipotetico riscatto.

Il leasing, al contrario del noleggio, ci dà la possibilità di riscattare il mezzo alla fine del periodo di leasing. Possiamo decidere se riscattare o meno, e in caso negativo il mezzo tornerà all’azienda proprietaria. Tutto ciò porta a notare la presenza di alcuni vantaggi.

 

Perché scegliere il leasing?

 

Perché il leasing si rivela così vantaggioso? In primis ci permette di costruire una flotta di veicoli commerciali ad un prezzo iniziale piuttosto basso rispetto all’acquisto. Non dovremo far altro che versare l’anticipo, per poi diluire il costo nel tempo, attraverso il canone mensile.

A ciò va aggiunta la possibilità di non riscattare il mezzo, diminuendo così il costo totale da sostenere. Non riscattare è un’ipotesi particolarmente interessante: si può fare una valutazione di costi e benefici, preferendo lasciare il vecchio veicolo commerciale per proseguire con un nuovo accordo di leasing.

Al tempo stesso potremmo preferire riscattare, per ottenere la definitiva proprietà del veicolo, potendolo gestire come meglio ci aggrada.

 

Un’alternativa al leasing: il noleggio

 

Una forte alternativa al leasing è il noleggio. Il noleggio a lungo termine permette di ottenere dei veicoli senza averne la proprietà.

La differenza è in due importanti condizioni.

La prima è l’assenza del riscatto. Alla fine dell’accordo il mezzo torna all’azienda proprietaria.

La seconda è rappresentata dai servizi forniti da chi noleggia. Al costo del canone mensile ci si ritrova una serie di servizi in grado di coprire ogni bisogno e necessità. Nel canone sono comprese le impellenze più burocratiche (come bollo e RCA) e anche gli impegni in fatto di manutenzione. Con un noleggio a lungo termine l’unica preoccupazione diventa quella di rifornirsi di carburante.

 

Visitate le concessionarie di vostra fiducia per scoprire questo mondo fatto di offerte e proposte. Costruire una flotta di veicoli commerciali può essere fondamentale per la propria attività lavorativa, e fare la scelta giusta può portarci a risparmiare non poco nel corso del tempo.