Qual è il più giusto costo arrosticini

La regione Abruzzo ha una cucina varia, con molti villaggi isolati che ancora ricreano antiche ricette che fuori dalla comunità sono ancora poco note; tuttavia, due cose sinonimo di tutta la regione sono i maccheroni alla chitarra, pasta dal lato quadrato che ricorda le corde di una chitarra e gli arrosticini .

Gli arrosticini sono teneri spiedini di agnello cotti a fuoco vivo, chiamati in dialetto locale arrustelle . Inizialmente, gli spiedini sottili erano fatti con carne di pecora castrata, ma oggigiorno tendono ad essere un misto di agnello e montone.

Si pensa che lo spiedino sia nato come alimento portatile per i pastori da cucinare all’aperto e che i pezzetti di carne cuocessero velocemente pur rimanendo succulenti. Questa tradizione ha portato al taglio uniforme della carne per garantire che tutti gli spiedini abbiano la stessa lunghezza (10 cm) e larghezza (1 cm).

Usando tutta la carne dell’animale dalla spalla alla zampa e con sporadici depositi di grasso sovrapposti, vengono fatti passare degli spiedini di legno e poi gli arrosticini vengono tagliati con un coltello molto affilato dando loro il noto aspetto a cubetti. La produzione moderna ora utilizza macchine in grado di produrne fino a 500 alla volta, ma l’uniformità e l’aspetto rimangono fedeli alla creazione originale.

Costo arrosticini

Quando si pensa all’Abruzzo, la prima cosa che viene in mente è l’arrosticino! Gli arrosticini (chiamati “rustelle” in dialetto abruzzese) sono in assoluto il piatto più tipico di queste parti, apprezzato sia in Italia che all’estero. Bracevia, concept nato nel 2005 da un’idea di Agnese e Maurizio Cutropia, il cui nome significa brace (nella) via perché la brace arriva nelle strade, produce e prepara degli squisiti arrosticini abruzzesi a prezzi imbattibili adoperando carni pregiate di pecore di razze autoctone, allevate rigorosamente con alimentazione naturale, senza mangimi o derivati.

Costo arrosticini: da cosa dipende?

Se ti stai domandando quale sia il costo arrosticini, questo dipende dalla tipologia di arrosticino su cui ti orienterai. Infatti, sul sito potrai scegliere tra 3 diverse tipologie: i classici (da 22-24 grammi cadauno) sono quelli lavorati e tagliati a macchina dove la spiedinatrice effettua il lavoro finale. Poiché i vari pezzi di carne sono tagliati meccanicamente avranno tutti la stessa misura di circa di 1 centimetro. Oltre ai classici, troverai anche quelli fatti a mano (da circa 32-35 grammi ciascuno) inceppati uno ad uno e preparati come vuole l’antica tradizione abruzzese. Dalla forma più irregolare, ogni arrosticino fatto a mano è preparato adoperando 3 pezzi di magro (coscia o lombo) e 2 strati di grasso nobile. A queste due diverse tipologie, se ne aggiunge una terza, ovvero quelli preparati con fegato, cipolla e peperoncino (da circa 35-40 grammi cadauno). Ogni arrosticino è composto da: 4 pezzi di fegato, 2 strati di grasso nobile, un pezzetto di peperoncino (quello abruzzese viene adoperato nel periodo che va da giugno a ottobre) e un pezzetto di cipolla.