La caciotta migliore? Quella del Caseificio Cappiello a Castel Morrone

La caciotta è una delle forme più comuni di formaggio che si possano trovare sul tavolo italiano. È un formaggio fresco da consumare come formaggio da tavola o come ingrediente nei piatti preferiti di ciascuno.

La caciotta è un formaggio classico prodotto tradizionalmente nella fattoria italiana dai membri della famiglia, ma oggi si può trovare che viene prodotto su larga scala anche da caseifici.

Il nome deriva dall’antica parola latina per formaggio, “Caseus”, da cui derivano le nostre parole moderne di formaggio, Kase e Queso.

La presenza più nota è nella regione di Pienza / Siena nella Toscana centro-meridionale, ma può essere trovata in varie forme in tutta Italia.

Che cos’è la caciotta

Come nella tradizione agricola italiana, in una fattoria si trova spesso una combinazione di pecore, capre e anche un mix di mucche. Più tardi, anche il bufalo è stato utilizzato per produrre questo formaggio nel sud Italia.

La caciotta viene spesso prodotta da latte ottenuto sulla base di questo mix. Quindi, il trucco di questo formaggio oggi può essere una gamma di latte di mucca al 100%, latte di pecora o qualsiasi combinazione dei tre latti spesso etichettati “tre latte”. Anche tutte le versioni di latte di bufala sono state realizzate.

La caciotta è considerata uno dei formaggi tradizionali della fattoria di natura rurale e artigianale, e molte varietà sono state prodotte nelle regioni italiane dell’Umbria e della Toscana per molti anni.

Il termine generale Caciotta comprende un’ampia varietà di formaggi a pasta molle prodotti in varie regioni italiane, in particolare dell’Italia centrale. Il termine si riferisce di solito a formaggi di piccole e medie dimensioni di forma cilindrica con altezza ridotta, realizzati con latte di vacca (tipo dolce), latte di pecora (tipo saporito / laziale) o entrambi, e maturato da una a diverse settimane.

Si ritiene in genere che sia meglio produrla in primavera quando i fiori di campo fiorivano.

Da qui il tipo chiamato “Cacio Marzolino”, o “formaggio di marzo”, noto per il suo carattere dolce e fragrante.

I formaggi di caciotta hanno una consistenza semi-morbida e cremosa, fornendo un sapore che varia da lieve a sapido con l’invecchiamento. La crosta è giallastra, mentre la pasta è morbida, compatta e di colore giallo pallido.

Se vuoi anche tu sperimentare il miglior tipo di caciotta, prova quella del Caseificio Cappiello, che fonda la sua principale attività sulla produzione artigianale di caciotte a Castel Morrone. Ogni giorno nel loro laboratorio vengono sperimentate nuove formule e ricette, con l’obiettivo di ottenere prodotti sempre più gustosi.