Aggiornamento RSPP online, ecco a chi rivolgersi

Aggiornamento RSPP online

L’art. 32 comma 6 del D.lgs. 81/08, correttivo D.Lgs. 106/09 e dall’Accordo Stato-Regioni 07 luglio 2016, disciplina il corso aggiornamento RSPP 40 Ore.

Cosa prevede l’articolo precedentemente citato? In sintesi, le sue direttive si riassumono nel fatto che i responsabili e gli addetti dei servizi di prevenzione e protezione debbono frequentare corsi di aggiornamento in base agli indirizzi definiti nell’Accordo Stato-Regioni.

Tutto ciò si inserisce perfettamente nell’orizzonte di quanto si definisce «life long learning», ossia la cosiddetta formazione continua nel corso della propria esperienza professionale.

Fondamentale è capire quali devono essere i contenuti del corso di aggiornamento. Non si parla infatti solo di una formazione generica, che si limiti alla riproposizione di argomenti già affrontati nei corsi base: piuttosto, deve affrontare tematiche quali quelle relative agli aggiornamenti del settore – ad esempio, innovazioni, evoluzioni, applicazioni pratiche e approfondimenti.

Ogni pratica di aggiornamento ha valenza di cinque anni e la decorrenza parte dalla conclusione del Modulo B comune.

Sia chiaro: restano valide per tutti le normative di riferimento e le sanzioni per quanti non si sottopongano agli obblighi di legge. Detto ciò, vero anche è, però, l’assenza della regolare frequenza ai corsi di aggiornamento non cancella il credito formativo guadagnato dalla regolare frequenza al Corso aggiornamento RSPP online e, se completi il corso, anche magari in ritardo, è possibile comunque tornare ad eseguire la mansione svolta.