Alopecia da stress: che cosa si intende?

Per alopecia da stress si intende l’assenza o la carenza di peli o capelli nelle aree di cute in cui essi sono normalmente presenti. L’alopecia da stress non deve essere confusa con l’alopecia areata dato che in quest’ultima patologia la perdita di capelli può variare da piccole aree circolari che diventano totalmente glabre, fino a colpire tutto il corpo nei casi più gravi.  L’influenza di cheratinociti, fibroblasti, cellule immunitarie e sebociti spiegherebbe, per esempio, perché l’alopecia da stress si accompagna spesso alla produzione di sebo in eccesso a livello della cute dei capelli. L’alopecia da stress, detta anche alopecia psicogenasi presenta come una caduta di capelli, talvolta molto pronunciata, che progredisce fino a diventare visibile in un arco di tempo variabile, compreso tra le poche settimane e i quattro mesi, in seguito all’episodio scatenante.

Alopecia da stress: come si riconosce?

Come per tutti i tipi di alopecia il primo passo da fare è quello di sottoporsi all’esame del tricogramma che prevede un’analisi al microscopio delle condizioni di salute dei nostri capelli. Lo scopo principale è quello di escludere l’esistenza di fattori genetici come causa del problema del diradamento. In questo senso si invita chi è colpito da questo problema a trovare il modo di sottrarsi alla fonte di stress (se questa è esterna), oppure a rivolgersi a uno psicoterapeuta se lo stress è generato da un disagio psicologico da risolvere interiormente.

Fortunatamente, l’alopecia da stress è reversibile in quanto i follicoli non vengono danneggiati in modo permanente. Pertanto è possibile che i capelli ricrescano e tornino ad una situazione perfettamente normale. Il fenomeno persiste fin tanto che il periodo di stress si protrae e l’alopecia può permanere anche per diversi mesi dopo la rimozione dello stimolo. In considerazione della tipologia di caduta capelli e del suo stadio di progressione, dopo un’attenta valutazione da parte di un esperto, sarà possibile agire con tale approccio per rallentare sensibilmente il fenomeno della caduta dei capelli e mantenere, irrobustendo, le strutture capillari presenti.